Dopo 70 anni di res-pubblica comunisteggiante e fallimentare. “Fascista” a chi?

Quaderno-del-Littorio-WNella sua giocosità, sfottente  (un pizzico strafottente, talora) per utile provocazione sui fatti, degli uomini e delle idee, l’Archidadamo del Vasto (leggi: Francescopaolo D’Adamo), in memoria della storica, e per molti italiani esiziale, data dell’8 settembre 1943, ha pubblicato copertina e retro di un Quaderno della Gioventù Littoria, in uso nel “Ventennio-Era” di governo Mussolini. L’apprezzato ex assessore alla Cultura di qualche anno fa, a breve didascalia e post per dette immagini d’epoca, ha scritto:
Tema – Cosa pensi di  … Badoglio? Svolgimento:  Vuoi vedere che adesso qualcuno dirà che sono “fascista”?Da parte mia, ho risposto e chiosato con quel che segue:
Si ‘nin ci sì, …poche c’amanche.
Scherzo, naturalmente anch’io, nel comune e classico esercizio del “gastigat ridendo…” ; anche se, a voler ‘castigare’ il somaro, notoriamente ci si rimette acqua e sapone, e spesso le simpatie altrui. Va beh…, moriremo in tal modo sforniti di beni materiali, forse del tutto comunitariamente isolati, ma non poveri di spirito e di dignità.
Piuttosto, diciamo che dall’8 settembre del 1943 in qua, in questi 70 anni, dell’Italia e parallelamente anche miei, la stranezza (per non dire l’ipocrisia) mai ammessa, e in taluni ancora scarsamente rilevata, è che a dirsi “fascista” ancora – …’nzia mai! – o in tal maniera sentirsi definire (e succede, per strumentalità e poco senso della storia, di quella fatta anche dalla gente e non solo dai governi del tempo): si prova disagio, evidente o malcelato; mentre nel dirsi “comunista” , allora e ancora, “senza se e senza ma”: parebbe privo di qualsiasi accezione negativa (mentre una libera storia racconta cose diverse), ed è anzi nelle piazze, ancor oggi, vessillo  conclamante consenso di popolo e facoltà di governo.
Questo inconfutabilmente è accaduto in questi nostri settant’anni, variamente commediati ed equivoci, fallimentari non poco, come grave “crisi” di economie e di valori dimostra.

Giusfra Pollutri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: