Le balle delle sinistre. Beata innocenza!

bugiaBerlusconi “padrone” dell’informazione! Berlusconi “manipolatore” delle coscienze attraverso i media! Queste, in estrema sintesi, le mostruose balle  che la sinistra ci propina da venti anni a questa parte. A parte il fatto che già l’informazione “cartacea” è quasi a senso unico, è stato necessario l’esposto di Brunetta per indurre l’Agcom a segnalare il comportamento fazioso di personaggi faziosi del calibro di Fabio Fazio e Lucia Annunziata, sempre pronti ad ospitare personaggi del loro stesso tipo. Se Lombroso avesse voce in capitolo designerebbe questi due rappresentanti della sinistra come i fenotipi della faziosità. Un accenno a Ballarò era inevitabile ma Floris viene in qualche modo “salvato” dalle considerazioni di Agcom perché consente la pluralità delle presenze (anche se tace sul modo di condurre che “premia” gli interventi degli ospiti di sinistra e penalizza gli interventi di parte avversa). Ora le vestali del pluralismo avranno il coraggio, anzi il pudore di riconoscere che, se di regime dell’informazione si parla, questo è esclusivamente a sinistra? E che la sinistra pretenda di avere il monopolio della informazione e del “giusto” lo si ricava anche dalla incredibile storia che vede protagonisti 4 docenti dell’Istituto Ferraris di Vercelli che scrivono al provveditore agli studi per censurare e “licenziare” un preside accusato di essere leghista! Siamo a censure di tipo staliniano e a processi preventivi del tipo di quelli che hanno visto per de cenni rappresentanti della destra discriminati e vessati in nome della democrazia. Ma che democrazia è quella che impedisce agli “altri” di esprimersi diversamente dal pensiero unico della sinistra?

Eli Bitritto